A Milano, nel quartiere Gallaratese, un edificio realizzato negli anni Settanta, un cielo terra di circa 20.000 metri quadri, sarà completamente rinnovato grazie al progetto di rigenerazione urbana dello studio dell’architetto Giuseppe Tortato. Abbiamo cercato di recuperare la dinamicità dell’impianto architettonico originale, offuscata nel corso degli anni dai successivi interventi – spiega l’architetto Tortato – eliminando tutto ciò che non fosse strutturale e creando di fatto un edificio totalmente nuovo non solo per il sinuoso design esterno delle facciate ma anche e soprattutto per i contenuti tecnologici e il comfort offerto agli utenti finali”.
Arcadia Center, questo il nome del complesso oggetto del processo di rigenerazione urbana in via Grosio, sarà completamente ristrutturato e destinato ad accogliere il nuovo headquarter di Volkswagen Leasing GmbH e Volkswagen Bank GmbH. Un progetto in cui Prelios Agency ha assistito in qualità di advisor il Fondo Immobilium 2001, fondo di investimento alternativo immobiliare di tipo chiuso e destinato al pubblico (retail), gestito da InvestiRE SGR spa.

Rosario Grimaldi, Head of Listed & Opportunistic Funds e Marica Pieralisi, Fund Manager di InvestiRE SGR dichiarano: “Questo è un esempio di come i processi di rigenerazione urbana siano alla portata a condizione di puntare sulla qualità ed all’efficienza dei progetti. Riteniamo coerente la strategia di insediamento dell’HQ di Volkswagen nel quadrante Nord Ovest di Milano che si sta qualificando oggi come l’automotive district della città”.
Ancora una volta siamo orgogliosi di aver portato a termine con successo un’operazione così complessa” aggiunge Mauro Fiori, Head of Institutional Leasing di Prelios Agency. “Con tale operazione Prelios Agency prosegue nel consolidamento della propria attività di advisory immobiliare per clienti nazionali e internazionali, cogliendo e valorizzando le migliori opportunità immobiliari”.
Un’architettura sinuosa e dalla forte personalità, caratterizzata da un contrasto raffinato tra il bianco dei fascioni curvilinei a sezione variabile che abbracciano l’edificio sul fronte strada e il grigio antracite che caratterizza i volumi spigolosi e tesi del resto dell’edificio. Un involucro di design che racchiude spazi flessibili portando benessere a chi ci lavora e dove sono stati “inseriti” elementi naturali quali l’aria, la luce e il verde, utilizzandoli quasi fossero materiale da costruzione.

Design, certo, ma non solo. Arcadia Center è un edificio destinato ad avere la certificazione Leed Silver, protocollo destinato agli immobili che hanno applicato una serie di criteri per la progettazione, costruzione e gestione da un punto di vista ambientale, sociale, economico e della salute e che viene attribuito solo agli edifici con impatto ecoambientale straordinariamente basso. In considerazione della rilevanza dell’intervento e della capacità tecnica e organizzativa dei professionisti coinvolti, InvestiRE ha chiesto che il progetto di Arcadia Center fosse sviluppato con tecnologia BIM (Building information modeling).
Per garantire la massima efficienza del processo BIM, lo Studio Tortato ha coordinato il team di progettazione composto da F&M ingegneria per le strutture e Tekser per gli impianti e il leed assessment, insieme ai quali è stato creato un “modello federato” del progetto, messo a disposizione sul “cloud proprietario” del team di progettazione.
All’interno del “modello federato” sono collegati tutti i modelli multidimensionali relativi alle varie discipline (architettura, strutture e impianti). In tal modo il progetto è costantemente aggiornato e disponibile anche alle eventuali verifiche da parte del committente. La struttura creata, oltre che permettere una condivisione delle informazioni in fase di progetto, consentirà in futuro di ottimizzare anche la manutenzione dell’edificio, innescando una fase di integrazione tra i processi e la sostenibilità dell’immobile.

https://www.arketipomagazine.it/arcadia-center-a-milano-giuseppe-tortato/